publiteconlineComunicazione tecnica per l'industria
Menu

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Formazione sulla cementazione in bassa pressione rivolta agli ingranaggi

Formazione sulla cementazione in bassa pressione rivolta agli ingranaggi

Il 5 maggio scorso si è tenuto, presso la sede Bodycote di Madone (BG), un interessante incontro sulla cementazione in bassa pressione rivolta al mondo degli ingranaggi: un evento nell’ambito dell’iniziativa “The Training Factory”, a sottolineare l’importanza della formazione “fatta in azienda”.
Con 180 locations in 23 Paesi, Bodycote è un fornitore di trattamenti termici a livello mondiale. L’azienda è specializzata, in particolare, nel campo della cementazione a bassa pressione o LPC (Low Pressure Carburizing).
Dopo la presentazione dell’azienda a cura dell’Amministratore Delegato, Jerome Marmi, è stato Antonio Magnacca a illustrare i vantaggi di questa tecnologia, a tutt’oggi sottoutilizzata in Italia rispetto ad altri Paesi, sia europei che extraeuropei.
In estrema sintesi, il trattamento si sviluppa attraverso una prima fase di arricchimento superficiale di carbonio, seguita da una fase di diffusione.
Tra i vantaggi offerti da questa tecnologia segnaliamo: l’assenza di ossidazioni intergranulari; l’assenza di trasferimento di carbonio; i tempi ciclo ridotti; la pulizia migliorata del prodotto; la miglior riproducibilità (quindi l’affidabilità del processo); la miglior uniformità dello strato cementato; la penetrazione nei fori ciechi dei pezzi; la ridotta distorsione; la flessibilità del processo e, infine, la sostenibilità ambientale.
La cementazione in bassa pressione può essere applicata a tutti gli organi di trasmissione (ingranaggi, alberi, cuscinetti e così via) impiegati in svariati campi d’impiego: dai settori automotive, aerospace e off-road, fino alle auto sportive e alle macchine agricole.

Maggio 2017

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Macchine

Automazione

Strumentazione

Prodotti&News

Imprese & Mercati