publiteconlineComunicazione tecnica per l'industria
Menu

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Consuntivo 2016 in linea con il 2015

Consuntivo 2016 in linea con il 2015

Con una Conferenza stampa, lo scorso 15 febbraio, SKF Italia ha comunicato i risultati dell’esercizio 2016, chiuso comunque con segno positivo, ma caratterizzato dall’andamento molto diverso dei due semestri.
Ezio Miglietta, Amministratore delegato della capogruppo italiana SKF (nell'immagine), ha così commentato: “L’esercizio 2016 è stato caratterizzato da un avvio non entusiasmante.
I primi due trimestri hanno prodotto risultati leggermente inferiori rispetto allo stesso periodo del 2015. I due trimestri successivi hanno invece fatto registrare una crescita significativa, che ha consentito di recuperare il gap accumulato nel semestre precedente e migliorare dell’1% il risultato complessivo del 2015. Il fatturato totale prima dei consolidamenti contabili si è attestato a 1.037 milioni di euro rispetto ai 1.020 milioni di euro del 2015. Il fatturato 2016 per aree di mercato ha evidenziato un incremento pari al 3,6% nel settore Automotive and Aerospace, una sostanziale stabilità nel segmento Industrial Sales e una crescita pari all’1,8% nell’area Intercompany. L’utile operativo, escludendo gli oneri straordinari, è stato di 91 milioni di euro, attestandosi sullo stesso livello del 2015, così come il margine operativo, che ha raggiunto quota 8,7%”.
Il programma di ristrutturazione, avviato dall’azienda a gennaio 2015 e finalizzato alla realizzazione di una struttura organizzativa semplificata, più efficiente e focalizzata sui clienti, ha visto interessate in Italia, a regime, circa 170 posizioni in esubero. In accordo con le organizzazioni sindacali, l’azienda ha gestito tali eccedenze attraverso prepensionamenti, mobilità volontaria e incentivi all’esodo.

Marzo 2017

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Macchine

Automazione

Strumentazione

Prodotti&News

Imprese & Mercati