publiteconlineComunicazione tecnica per l'industria
Menu

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 177

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/inmotion/public_html/includes/application.php on line 536

Robot integrati e sicuri come protagonisti dell’industria del futuro

Esempio applicativo di robot in ambito safety. Esempio applicativo di robot in ambito safety.

Lo scenario dell’industria del futuro passa inevitabilmente dall’utilizzo di soluzioni robotiche in maniera sempre più massiva in molti ambiti industriali. Gli aspetti rivoluzionari che le soluzioni robotiche introducono permettono, infatti, di espandere la visione attuale verso settori applicativi che ad oggi sono dedicati esclusivamente al personale umano o a soluzioni economicamente vantaggiose dal basso contenuto tecnologico. Ciò rende la robotica uno dei principali driver verso la quarta rivoluzione industriale.

a cura del Gruppo Meccatronica - ANIE Automazione

Aprile 2016

Il mondo dell’industria ha un legame profondo e indissolubile con l’innovazione tecnologica che ha portato negli anni a nuovi concetti e soluzioni in differenti campi applicativi. In tale contesto, l’approccio meccatronico, e in particolare l’utilizzo di robot, ha incrementato produttività e profittabilità delle macchine, aumentandone inoltre il grado di efficienza. Gli aspetti rivoluzionari che le soluzioni robotiche introducono permettono di espandere la visione attuale verso settori applicativi che ad oggi sono dedicati esclusivamente al personale umano o a soluzioni economicamente vantaggiose dal basso contenuto tecnologico.
La naturale evoluzione dell’industria dovrà obbligatoriamente passare inoltre da aspetti finora esclusi dai piani industriali classici, ma che diventano fondamentali se si vuole dirottare verso il concetto di Smart Factory. Questo scenario rende la robotica uno dei principali driver verso la quarta rivoluzione industriale.

Dal prodotto alla soluzione integrata
Lo scenario dell’industria del futuro passa inevitabilmente dall’utilizzo di soluzioni robotiche in maniera sempre più massiva in molti ambiti industriali, aprendo a nuove opportunità per il comparto.
L’errore che, in questa fase di transizione verso un’industria realmente “smart”, si potrebbe facilmente commettere è di pensare al robot come a un elemento a se stante e disgiunto all’interno della macchina. Bisogna piuttosto considerarlo come parte integrante e integrata di una soluzione di automazione completa mediante l’adozione di una piattaforma unica comprensiva di Logica, Motion, CNC, Robot e gestione di grandi quantità di dati che sia in grado di fornire una interconnessione tra le varie componenti del sistema in maniera completamente trasparente e con velocità elevate.
Avere un singolo controllore multi-CPU significa inoltre ottimizzare lo scambio dei dati con tempi di ciclo macchina estremamente ridotti, gestione con un unico ambiente di sviluppo e con la possibilità di avere un collegamento diretto dal sistema di controllo al sistema informativo di più alto livello, come, per citare un esempio il controllo qualità e le funzioni di controllo dei vari processi aziendali.
Quindi è facile intuire come la scelta di un robot integrato in una piattaforma completa non solo impatta positivamente sulla produttività della macchina, ma evidenzia dei benefici che vanno dalla riduzione del cablaggio alla maggiore efficienza del processo, portando inevitabilmente anche alla riduzione dei TCO.
Inoltre, la centralità dei robot per l’industria passa anche dal bisogno, sempre più pressante, di flessibilità della macchina. Una delle necessità del mercato, che ha permesso alle soluzioni di robotica di entrare prepotentemente nell’industria, è legata al cambio formato che, con l'utilizzo di soluzioni tradizionali, diventa un argomento ostico e trova soluzione soltanto con una re-ingegnerizzazione della macchina.
Avere una completa apertura dal livello “di campo” fino alla gestione dell’intero processo consente, quindi, alla soluzione integrata di astrarsi dal concetto canonico di “prodotto”, focalizzando l’attenzione sulla risoluzione globale del problema. Una filosofia tanto ambiziosa quanto efficiente poggia le sue basi sulla primaria richiesta di flessibilità dell’applicazione, scalabilità della soluzione e incremento della produttività a fronte di una riduzione dei costi, che si traduce nella pratica in una sorta di estrazione dei benefici nascosti derivati da risorse esistenti.  

Perfetta armonia tra uomo e robot
Uno degli aspetti primari, enfatizzato dall’utilizzo di una soluzione meccatronica basata su una piattaforma di automazione, riguarda senza dubbio l’impiego delle funzionalità sicurezza avanzate, aderenti alle principali normative e regolamentazioni internazionali. Questo scenario ha aperto negli ultimi anni interrogativi e potenzialità quasi visionarie per il prossimo futuro della robotica, conducendo il livello di tecnologia attuale del mondo industriale alla ricerca di casi applicativi in cui la sicurezza dell’operatore e l’utilizzo di robot non risultino più un ossimoro.
A ciò che il mondo industriale ha sempre richiesto, la disponibilità di robot con prestazioni sempre più elevate in termini di velocità e ripetibilità del posizionamento, bisogna aggiungere la nuova tendenza di avere un’area di lavoro sicura condivisa tra robot e operatore. La risposta all’ambiziosa richiesta di perfetta armonia tra robot e uomo è quindi suggerita dall’integrazione completa in una piattaforma di automazione, in grado di gestire tutti i componenti di sicurezza della macchina, consentendo dunque al robot di lavorare con prestazioni standard ma in totale sicurezza, anche nel caso di ripari aperti.
La possibilità di impostare differenti velocità in funzione di diverse porzioni dell’area di lavoro, creare delle sotto aree delimitate da piani virtuali sicuri, e intervenire sulla coppia di ogni singolo giunto per garantire che le eventuali collisioni risultino innocue, sono solo alcune delle potenzialità di utilizzo di un robot industriale sicuro. Mediante una soluzione del genere, l’operatore è in grado di lavorare a stretto contatto con il robot senza doversi preoccupare di invadere la sua area di lavoro, condividendola piuttosto, effettuando delle operazioni in “co-working”.

Robot specialisti dei mercati verticali
Le normative sempre più stringenti e l’evoluzione dei piani strategici aziendali hanno portato il mondo industriale a delle specializzazioni nei mercati, da considerare sotto il profilo sia del know how sia della proposta tecnologica. A tali richieste, la meccatronica, e in particolare il comparto robotico, ha risposto identificando dei mercati target in cui operare e adattando la soluzione alle regolamentazioni di riferimento.
Si pensi ad esempio al packaging, fiore all’occhiello della manifattura italiana, che ha subito due declinazioni importanti in ambito alimentare e farmaceutico.
La criticità di tali ambienti deriva dalle sterilizzazioni, che obbligatoriamente devono essere effettuate sulle macchine e che impiegano composti chimici aggressivi quali H2O2, alcoolici o alcalini.
Bisogna quindi abbandonare l’idea di un robot tradizionale per passare a robot in grado di mantenere le stesse prestazioni dei robot standard e, allo stesso tempo, di resistere ai liquidi chimici impiegati grazie a speciali rivestimenti sulla superficie, all’utilizzo dell’acciaio INOX nei giunti e accortezze meccaniche del braccio per evitare zone di accumulo di materiale contaminato.
Un impegno così importante sotto il profilo meccanico deve essere supportato da funzionalità software che rendono l’ambiente di sviluppo potente e confortevole per l’operatore, basato su simulazioni 3D che consentono di verificare i tempi di ciclo, gli ingombri in macchina e di testare funzionalità specifiche legate ai mercati di riferimento considerati.

Chi siamo
Al Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione aderiscono le aziende che realizzano componenti e soluzioni meccatroniche destinate ai produttori di macchine. Il Gruppo si propone di: monitorare i trend dei mercati di destinazione delle tecnologie meccatroniche; instaurare rapporti di collaborazione con le Università al fine di contribuire alla formazione dei giovani ingegneri facendo conoscere il settore e le sue potenzialità; sviluppare progetti per la divulgazione della conoscenza delle tecnologie e per la promozione delle stesse sul mercato, con particolare riguardo ai produttori di macchine automatiche e, a tal fine, instaurando con le associazioni di categoria di questi ultimi rapporti costruttivi e dinamici.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Macchine

Automazione

Strumentazione

Prodotti&News

Imprese & Mercati